Categorie
Repertorio Repertorio completo

Cuse lores a far

Il canto è stato composto su una ironica poesia di Remo Bracchi, presente al n. 578 nella raccolta “Armét” (semi di arguzia, sapienza, intelligenza).

Rappresenta un tipico dialogo tra due uomini all’osteria nel dopolavoro.
“Cosa stai facendo?” chiede il primo;
“Aiuto mio fratello” risponde il secondo;
“E lui che mestiere fa?” chiede sempre curioso il primo;
“Riposa sempre” conclude il secondo.

Il coro commenta questo dialogo sottolineando le smorfie e gli improbabili sguardi di stanchezza dei due uomini seduti all’osteria, pronti ad ordinare il prossimo bianchino.

You don't have permission to access this content