Categorie
Concerti

Coro Stelvio Festival – II Edizione

Sabato 31 agosto, presso la chiesa dei santi Gervasio e Protasio di Bormio, si è tenuta la seconda rassegna del “Coro Stelvio Festival”. La serata ha visto esibirsi tre realtà corali e culturali diverse per repertorio, musicalità, voci, armonie e temi dei brani eseguiti, nel segno della ricca tradizione del canto popolare.

Ad aprire il concerto, diretti dal maestro Matteo Bertolina, sono stati i padroni di casa, il Coro Stelvio che, alla ricerca di un proprio repertorio originale, hanno eseguito brani come: La mia Zent, su testo di Giancarlo Maculotti e La Nina, di Giovanni Peretti, musicati entrambi dallo stesso maestro Bertolina, attingendo da: ”Canti e rime della nostra terra”, la produzione poetica del Concorso di poesia della provincia di Sondrio, di Valbregaglia e Valposchiavo.

Successivamente è stata la volta del Coro Boghes de Cheremule, del quale era stato ospite, nel mese di aprile, il Coro Stelvio. Il merito del coro sardo, ospite a Bormio per uno scambio culturale (hanno visitato il forte d’Oga, le cantine del Braulio, la chiesa di San Martino a Pedenosso, le dighe di Cancano ed infine il museo di Bormio), è quello dell’impegno nel recupero di tutto il patrimonio del loro paese e comunità vicine, quasi interamente sacro, ripristinando, grazie alla collaborazione degli anziani, le modalità esecutive e riportando su partitura il patrimonio locale. In seguito, allargando il campo d’azione a tutta la Regione, hanno registrato melodie inedite e riportato alla luce brani oramai abbandonati. Così, sotto la guida del maestro Riccardo Marongiu, hanno eseguito obrani noti come: No potho reposare e Naneddu meu, fino a Luna giara, Su bolu ‘e s’astore e S’aneddu.

Ha chiuso il concerto il Coro Desdacia Tellini di Sondrio con l’esecuzione di brani, ognuno con una sua propria fisionomia come: Cielito Lindo, nell’elaborazione di Giorgio Susana; La Montagna, di Mario Lanaro; Ninna Nanna, di Tonino Puddu; O Surdato ‘Nnamurato, fino a: Son qui per imbarcarmi, di Manolo da Rold; Boundless di Ola Gjeilo e, l’ultimo nato: Tantsulaul, di Veljo Tormis, per la cui esecuzione è stato richiesto il contributo del pubblico.

Il coro sardo, nell’ambito dello scambio, ha cantato anche domenica, 1 settembre, alla messa delle 9.00, sempre nella collegiata.

Gli organizzatori dell’evento esprimono un sentito ringraziamento a Don Alessandro, al comune di Bormio, nella persona di Luigi Azzalini, i due cori partecipanti e tutti i numerosi sponsor.

(Articolo tratto da IntornoTirano, Foto su gentile concessione di Fausto Compagnoni)


Categorie
Concerti

XIX Rassegna Corale – Valdidentro

Il periodo di fine anno del 2018 ha visto – per la 19^ volta – lo svolgersi della Rassegna Corale in Valdidentro, organizzata dalla Pro Loco del Comune di Valdidentro in collaborazione col nostro coro.

Le serate del 29 dicembre 2018 e del 5 gennaio 2019 sono state partecipate da turisti e residenti, che hanno potuto assistere alle esibizioni di due cori ospiti: il coro “Brianza” di Missaglia (LC) e il Gruppo Vocale “D’Altro Canto” di Tirano (SO).


You don't have permission to access this content